50 sfumature…di gigio

bocca_grigia

50 sfumature…di gigio

informabusancona No Comment
benessere Informabus Ancona vita sana

“Io non faccio l’amore, io scopo, forte”, dice il signor “Grigio” (per gli amici Grey) alla sua nuova conquista, che si mordicchia le labbra, con quello sguardo da piccola fiammiferaia. Lei ha l’aria dolce e sperduta di una appena uscita da un cartone animato Disney, solo che questa uscita le è costata un pochino cara. Perché là fuori le cose sono un tantino diverse. “Ti fidi di me?” le chiede il signor Grigio tendendole la mano. Ma invece di portarla su un tappeto volante come Aladdin aveva fatto con Jasmine, la porta nella famosa stanza dei giochi, dove comunque ci sono delle simpatiche corde e catene per svolazzare appesi al soffitto. Questo è il momento in cui Anastasia capisce che decisamente non stiamo più parlando di cartone animato. E che non  canteranno insieme neppure la famosa canzone “il mondo è tuo, il mondo è mio”.. perché da contratto è lui il padrone, lei la schiava, e lì il mondo è decisamente solo del signor Grigio. Però c’è da dire che Grey è molto più ricco di quel poveraccio di Aladdin, e per Anastasia non bada a spese: un’auto nuova di zecca, un pc, vestiti…. ovviamente scelti sempre da lui, così che lei non si scomodi troppo ad esprimere desideri suoi. Non è previsto per contratto. Del resto era ora che sdoganassero questa figura obsoleta del principe azzurro, e arrivasse finalmente lui, il principe grigio. Che non va a cavallo e neppure sul tappeto volante, poiché ha una quindicina di auto di lusso in garage. Anastasia comincia a prenderci gusto, si sente “Eva nel paradiso terrestre” e lui è un incantevole serpente che la guida alla scoperta di un mondo oscuro ed eccitante, e lei non sa resistergli. E’ un dominatore, un vero maschio Alfa, davvero affascinante. Non gli piace fare l’amore, solo sesso sfrenato  nella sua stanza dei giochi. Non si lascia neanche toccare. Insomma a dirla tutta qualche problemino ce l’ha, ma non è anche questo che lo rende così affascinante? Questa sua presenza ossessiva e possessiva, insieme a questa assenza affettiva, che manda tutti gli ormoni per aria, che ti fa piangere per ore, e desiderare solo che lui sia lì vicino a te…? Ahhh questa sì che è passione!! E poi questi suoi problemi sono frutto di un trauma, non è colpa sua. C’è sempre quella vocina in fondo allo stomaco che sussurra “lui cambierà per amore, devi solo avere pazienza e stargli vicino”. E Anastasia è disposta a fare proprio tutto, anche giocare al dottore nella stanza dei giochi. Dottore si fa per dire, che sembra più una stanza da torture medievali..ma del resto l’intimità è uno spazio privato e ognuno la vive secondo la propria fantasia. Secondo alcune ricerche pare anche che chi pratica il BDSM (pratiche erotiche amate dal signor Grigio) sia meno nevrotico di altri. E infatti anche noi pensiamo che dare voce alle proprie nascoste fantasie sessuali è un ottimo antidoto alla nevrosi e anche un fattore di coesione nella coppia. Peccato che qui le fantasie siano solo del signor Grey. Pazienza. Peccato anche che lui abbia fatto un tantino confusione tra il piacere e il dolore. Ancora pazienza. E poi peccato che non possa fare a meno di umiliare e “punire” la sua donna, perché questo lo eccita terribilmente. E qui Anastasia perde la pazienza. Incredibile ma vero. Persino prima che lui le chieda di fare sesso appesa all’elicottero per poi paracadutarsi su un tappeto di spine, e noi che la credevamo senza speranze…. Scherzi a parte, e con il massimo rispetto per l’intimità e i gusti sessuali di chiunque, noi ci augureremmo che invece di passare alle cinquanta sfumature di nero e rosso, Anastasia potesse uscire da questa favola moderna, e continuare la sua esplorazione della sessualità da un’altra parte. Possibilmente mandando il signor Grigio a quel paese, o meglio da un terapeuta, per risolvere i suoi traumi, perché la sua sottomissione invece di aiutare lui, potrebbe più probabilmente traumatizzare lei. E quindi ci piace, che ne so, immaginarla in India a studiare le discipline tantriche, in cui la ricerca del piacere sessuale nasce dalla meraviglia dello scambio e del rispetto reciproco, e si unisce all’evoluzione spirituale della persona. Oppure a casa sua con il ragazzo della porta accanto, che la ricopre di fiori ed è curiosissimo di sapere cosa le fa piacere e cosa no, fuori e dentro il letto. Che di sfumature ce ne sono molte più di 50, soprattutto se non ti limiti al grigio.

C.C.

Commenti

Leave a Reply