Ti fidi di te?

Ti fidi di te?

informabusancona No Comment
benessere Informabus Ancona vita sana

Ti fidi di me?… Chiedeva un giovanissimo Leonardo di Caprio in quella scena famosa … mentre sorreggeva la sua amata fingendo di svolazzare sopra l’oceano..

Ti fidi di me?… Dice Aladdin a Jasmine prima di convincerla a saltare sul tappeto volante…

No… la scena successiva non è “ti fidi di me? Disse l’operatore dell’Informabus prima di alzarsi in volo sul camper…” Non stiamo, per il momento, girando un film… (se c’è un produttore in ascolto, ehm, possiamo sempre attrezzarci..)

Ma scherzi a parte,  quante volte avremo sentito o detto questa frase? Film o realtà che dir si voglia, la fiducia resta sempre una delle protagoniste principali… una di quelle cose che se c’è o non c’è fa la differenza, e te ne accorgi. Come uno di quegli invitati che se mancano alla festa, sai già che ti divertirai meno, e ti sembrerà di esserti perso qualcosa. Come andare al mare quando non c’è il sole… e fa anche troppo freddo per fare il bagno… non è la stessa cosa!

Per capirci, se la fiducia non fosse stata insieme a Jasmine ed Aladin, a quest’ora addio volo sul tappeto, che non è cosa da poco… Ma soprattutto, addio al fantastico duetto musicale.. “Il mondo è mio… il mondo e tuo…” ve lo ricordate?? “con le stelle puoi giocar, nessuno ti dirà che non si fa…” cantava Aladdin… Lasciateci essere romantici, perché questo davvero è il magico potere della fiducia. Quando senti che lei (la fiducia, non Jasmine) è al tuo fianco senti che il mondo è davvero tuo, scopri che è molto più bello e magico di quanto sembrava, e ti sembra di volare. No, calma, non si tratta del nome in codice di una nuova droga, la fiducia è qualcosa di molto più potente, ma non si può comprare… E allora come si fa???

Il buon Goethe diceva che “Se avete fiducia in voi stessi, ispirate fiducia agli altri”… e la cosa non ci sembra sbagliata… che ne dite? Del resto se Aladdin invece del suo sorrisone a 32 denti avesse avuto l’occhio sbarrato e la voce tremula mentre invitava Jasmine a volare su un tappeto… credete che lei lo avrebbe seguito..? E soprattutto, credete che sarebbe stato così felice là sospeso nel vuoto?

Insomma… sarà magari che dobbiamo cercarla dentro di noi questa insostituibile compagna di vita… per imparare a volare davvero? Certo non è facile, ma in fin dei conti, forse, siamo noi a decidere quanto spazio concederle. Siamo noi a decidere se lasciarci guidare da lei verso quella vocina che, nel profondo di noi stessi, sa sempre qual’è la strada che vogliamo davvero percorrere…

Come sempre se vi va vi aspettiamo sul camper per ascoltare la vostra opinione… e mi raccomando, abbiate fede: proveremo ad attrezzarci anche per il tappeto volante!!

…e tu, ti fidi di te??

articolo scritto da Chiara Crocianelli – operatrice informabus Ancona

Commenti

Leave a Reply